FATTURA ELETTRONICA

Il 1 gennaio 2019 si avvicina e si vanno via via ampliando gli strumenti messi a disposizione da parte dell’Agenzia delle Entrate a favore dei contribuenti, per consentire loro di ottemperare al nuovo obbligo di fatturazione in esclusiva modalità elettronica.

Dopo l’ampliamento delle funzionalità della piattaforma Fatture e Corrispettivi, con l’attivazione del servizio di generazione del QRCode e la possibilità di registrare l’indirizzo telematico di recapito preferenziale, nonché il servizio di conservazione sostitutiva gratuito (previa adesione al contratto di servizio), e la possibilità di conferire direttamente via web delega ad uno o più servizi agli intermediari, arrivano ora gli strumenti informativi ed un restyling del sito internet, con la creazione di una sezione appositamente dedicata alla e-fattura, nella quale reperire tutto il materiale inerente e tramite la quale accedere rapidamente ai diversi siti e servizi necessari ad adempiere.

Sono stati messi a disposizione sul sito dell’Agenzia, nel pomeriggio di giovedì 27 settembre, una serie di nuovi strumenti divulgativi, pensati per agevolare i contribuenti nell’affrontare la rivoluzione digitale:

  • Una guida pratica per i contribuenti, che brevemente illustra il concetto di fattura elettronica e le modalità di recapito, basate sul Sistema di Interscambio, oltre ad illustrare i diversi software rilasciati dall’Agenzia delle Entrate, sia per postazioni computer singoli (stand alone), che per devices mobili (Android o IOS), così come la piattaforma web Fatture e Corrispettivi.
  • Video tutorial (fruibili dal canale You Tube dell’Agenzia https://www.youtube.com/user/Entrateinvideo/featured). Al momento sul canale video dell’Agenzia, per quanto riguarda l’ambito e-fattura sono disponibili due interventi, uno riguardante il QRCode e l’altro, di più ampio respiro, relativo alla fatturazione elettronica in genere, ma non è da escludersi che in futuro ne vengano resi disponibili altri.

La guida operativa pubblicata è presentata dell’Agenzia come uno strumento dal taglio pratico, che dovrebbe accompagnare il contribuente nel passaggio dal cartaceo al digitale, partendo con il fornire un quadro di insieme: chi ricade nell’obbligo e chi è esonerato, quali sono i vantaggi e come funziona il Sistema di interscambio, il “postino” che si occupa di far viaggiare le fatture elettroniche (non prima di averle verificate).

Un apposito capitolo, inoltre, è interamente dedicato ad illustrare tutti i servizi messi a punto dall’Agenzia, forniti gratuitamente agli operatori e tramite i quali emettere, inviare e conservare i documenti fiscali:

  • ia procedura web, disponibile sul portale “Fatture e Corrispettivi” presente sul sito internet dell’Agenzia, ovvero quella piattaforma nel suo insieme, per accedere alla quale occorrono le credenziali Spid (“Sistema pubblico dell’identità digitale”) o quelle di Fisconline o Entratel, oppure essere in possesso di una Carta nazionale dei servizi (Cns);
  • il software “Fattura Elettronica”, da installare su personal computer, che permette di predisporre la fattura anche in assenza di una connessione a internet (che tuttavia è comunque indispensabile per la successiva fase di trasmissione e ricezione dei files fattura, a meno che questo non sia delega a terzi);
  • l’app “Fatturae” per smartphone o tablet aventi sistema operativo Androis o IOS, scaricabile gratuitamente dagli stores Android e Apple, e che consente di generare la fattura elettronica e di trasmetterla al Sistema di interscambio, cui si accede con le stesse credenziali richieste per entrare nel portale “Fatture e Corrispettivi”.

Per quanto riguarda la guida, si tratta di quattro capitoli in tutto, corredati da molte immagini tratte dagli applicativi resi disponibili dall’Agenzia, tesi ad illustrare quanto occorre sapere sul nuovo obbligo, introdotto dall’ultima legge di bilancio (legge 205/2017), che prevede a partire dal 1° gennaio 2019, a carico degli operatori Iva, soggetti residenti o stabiliti in Italia, l’obbligo di emettere e ricevere le proprie fatture per cessioni di beni e prestazioni di servizi esclusivamente in modalità elettronica, sia con riferimento agli altri operatori Iva (operazioni B2B, cioè Business to Business), sia con riferimento ai consumatori finali (operazioni B2C, cioè Business to Consumer), fatti salvi i soggetti espressamente esonerati, ovvero gli operatori che rientrano nel “regime di vantaggio” (art. 27, commi 1 e 2, Dl 98/2011) e quelli che rientrano nel “regime forfettario” (art. 1, commi da 54 a 89, L. 190/2014), nonché i produttori agricoli in regime di esonero dagli adempimenti.

Per quanto riguarda i video, come si è detto, uno è sostanzialmente una guida che spiega in termini generali il “sistema fatturazione elettronica”, mentre il secondo è più specifico, in quanto interamente dedicato al QRCode. Più precisamente, quest’ultimo contributo video è rivolto a evidenziare i vantaggi del codice a barre bidimensionale, che potrà essere mostrato al fornitore tramite smartphone, tablet o su carta, per consentire l’acquisizione automatica e senza il rischio di errori dei dati anagrafici necessari per predisporre la fattura.

Tutto questo e molto altro ancora è ora riunito nella neo inaugurata nuova sezionedel sito dell’Agenzia delle Entrate, interamente dedicata alla fatturazione elettronica.

La sezione svolge la funzione di raccoglitore di tutto quanto riguarda l’argomento, dalle guide alla normativa e la prassi, con link diretti agli ulteriori siti tramite i quali concretamente si va ad operare, primo su tutti il portale Fatture e Corrispettivi (https://ivaservizi.agenziaentrate.gov.it/portale/).

Sarà dunque questo nuovo raccoglitore, denominato Fatture elettroniche e corrispettivi, il punto di riferimento d’ora innanzi per rintracciare in un unico luogo virtuale tutte le informazioni rilasciate dall’Agenzia in materia di e-fattura, a partire dai documenti di prassi e di norma, quali il Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 30 aprile 2018, che ha fissato il paletti tecnici del tracciato XML del file fattura, per arrivare a strumenti di carattere maggiormente divulgativo, come la nuova guida pratica, il collegamento a video tutorial presenti sul canale Youtube dell’Agenzia e la pagina con i servizi gratuiti per predisporre, inviare, conservare e consultare le fatture elettroniche.

Chatta ora su whatsapp