Detrazione spese di ristrutturazione

Detrazione spese di ristrutturazione e vendita immobile

Detrazione spese di ristrutturazione

Domanda: Nel 2014 ho eseguito dei lavori di ristrutturazione su un immobile di mia proprietà (e quindi usurfruendo della Detrazione spese di ristrutturazione), per i quali stavo beneficiando della relativa detrazione fiscale per recupero del patrimonio edilizio. A settembre 2016 ho venduto il predetto immobile. Non essendo stato nulla indicato nel contratto di compravendita, si richiede se tale detrazione resti in capo al venditore o acquirente

Risposta:

Se l’immobile sul quale è stato eseguito l’intervento di recupero edilizio è venduto prima che sia trascorso l’intero periodo per fruire dell’agevolazione per detrazione spese di ristrutturazione, il diritto alla detrazione delle quote non utilizzate è trasferito, salvo diverso accordo delle parti, all’acquirente dell’unità immobiliare (se persona fisica). In sostanza, in caso di vendita e, più in generale, di trasferimento per atto tra vivi, il venditore ha la possibilità di scegliere se continuare a usufruire delle detrazioni non ancora utilizzate o trasferire il diritto all’acquirente (persona fisica) dell’immobile. Tuttavia, in assenza di specifiche indicazioni nell’atto di compravendita, il beneficio viene automaticamente trasferito all’acquirente dell’immobile.